Prima Pagina
Amministrazione Trasparente
P.A.I.
Direttiva Alluvioni
Piano Straordinario PS2006
Cartografia on-line CED Federati
Area riservata ai Comuni
Monitoraggio Interventi Difesa del Suolo
L.R. 22/2011 - Compatibilità e Invarianza Idraulica
La salvaguardia della costa
Tutela delle Acque - Risorse Idriche
Bacini Idrografici
Organi
Segreteria Tecnico-Operativa
Normative
Gestione Prelievi Idrici
News
Gemellaggio
 
Tutela delle Acque e Risorse Idriche

Piano di Tutela delle Acque

L'Assemblea legislativa regionale delle Marche ha approvato il nuovo Piano di Tutela delle Acque (PTA) con delibera DACR n.145 del 26/01/2010.
La pubblicazione è avvenuta con il supplemento n. 1 al B.U.R. n. 20 del 26/02/2010.
Link alla pagina principale di consultazione del PTA.
Del gruppo di lavoro fanno parte numerosi tecnici dell'Autorità di Bacino Regionale delle Marche.


Corpi Idrici Superficiali

I Corpi Idrici Superficiali (fiumi, laghi e acque costiere) costituiscono le unità di riferimento per riportare ed accertare la conformità con gli obiettivi ambientali della normativa del settore delle acque (costituita principalmente dalla Direttiva 2000/60/CE del Parlamento Europeo e dal D.Lgvo 152/2006).

L'individuazione dei Corpi Idrici Superficiali fluviali, lacustri e delle acque costiere è stata condotta in attuazione del D.M. 131/2008 del Ministero dell'Ambiente, recepito con Deliberazioni di Giunta Regionale delle Marche:
- n. 2060/2009 per i laghi,
- n. 2105/2009 per le acque costiere,
- n. 2108/2009 (comprensiva di allegati) per i fiumi.
I criteri utilizzati hanno tenuto conto principalmente delle differenze dello stato di qualità, delle pressioni esistenti sul territorio, dell'estensione delle aree protette e di alcune caratteristiche fisiche distintive (variazioni di pendenza, confluenze, differenze idrologiche ed altre rilevanti variazioni morfologiche).
Le basi cartografiche di riferimento sono costituite dalla CTR Marche (1:10.000) e dalla carta IGM (1:25.000). Analisi di dettaglio sono state condotte anche con ortofoto rese disponibili dal Ministero dell’Ambiente tramite il Portale Cartografico Nazionale.

La rappresentazione cartografica dei corpi idrici fluviali è alla scala 1:100.000; quella dei laghi e della costa è contenuta in immagini a scala non definita all’interno delle delibere citate.

Tutte le informazioni cartografiche ed alfanumeriche sono state trasmesse al nodo WISE così come previsto dal D.M. 17 luglio 2009; le stesse sono comprensive di modeste revisioni, resesi necessarie per garantire l’omogeneità della metodologia indicata nelle linee guida del sistema informativo europeo sulle acque.

Ad ogni corpo idrico è associato un set di dati. A titolo di esempio si riportano le informazioni di un corpo idrico fluviale: ID_CORPO_IDRICO:11.R05a_TR04.B; NOME CORPO IDRICO: Fiume Metauro Tratto 4 C.I._B; NOME ASTA: Fiume Metauro; BACINO: Fiume Metauro; TIPO DM131/08: 12SS4F; LUNGHEZZA (km): 10.52
Consultazione cartografica web-gis dei corpi idrici superficiali


Corpi Idrici Sotterranei

I Corpi Idrici Sotterranei(CIS) costituiscono le unità di riferimento per riportare ed accertare la conformità con gli obiettivi ambientali della normativa del settore delle acque sotterranee (costituita principalmente dalla Direttiva 2000/60/CE del Parlamento Europeo e dal D.Lgvo 152/2006).

L'individuazione dei Corpi Idrici Sotterranei è stata condotta in attuazione del D.Lgvo 30/2009 del Ministero dell'Ambiente, recepito con Deliberazione di Giunta Regionale delle Marche n. 2224/2009 . L' Allegato 3 alla DGR citata contiene l'individuazione cartografica dei CIS.


Direttiva CE 2000/60

L'Autorita' di Bacino delle Marche ha redatto, in forma coordinata con il Servizio Ambiente della Regione Marche il report di cui all'art. 5 della Direttiva CE 2000/60.
Consultazione del report


Annali idrologici

Il "progetto Annali" dell'APAT prevede la informatizzazione di tutti i dati storici pubblicati dal Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale (SIMN) sugli Annali Idrologici al fine di realizzare una base dati nazionale. Ad oggi e' disponibile il download delle scansioni degli annali.

A seguito del trasferimento alle regioni delle competenze degli uffici periferici del Servizio Idrografico e Mareografico Nazionale, la pubblicazione dei dati di dati di afflussi, livelli idrometrici e portate è attualmente realizzata dal Centro Funzionale della Protezione Civile della Regione Marche.