Prima Pagina
P.A.I.
Formazione del Piano
APPROVAZIONE
AGGIORNAMENTO
Poligoni DXF
Cartografia online PAI Approvato
Piano Straordinario PS2006
Cartografia on-line CED Federati
Area riservata ai Comuni
Monitoraggio Interventi Difesa del Suolo
L.R. 22/2011 - Compatibilità e Invarianza Idraulica
La salvaguardia della costa
Tutela delle Acque - Risorse Idriche
Bacini Idrografici
Organi
Segreteria Tecnico-Operativa
Normative
Gestione Prelievi Idrici
Link
FAQ
News
Gemellaggio
Per contattarci - PEC (Posta Elettronica Certificata)
Mappa del sito
 
Introduzione al
Piano Stralcio di Bacino
per l'Assetto Idrogeologico
(PAI)

N.B. L'art. 13 comma 3 della L.R. 17/2003 stabilisce che "I testi contenuti nel b.u.r., diffuso per via telematica, non hanno carattere di ufficialità, salvo il caso in cui tale carattere gli sia attribuito da norme statali o regionali".
Per analogia, testi ed immagini relativi al PAI pubblicati in questo sito non rivestono valore di ufficialità e non sono sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea.


Il Piano per l’assetto idrogeologico (PAI), richiesto dalle LL. 267/98 e 365/00, si configura come stralcio funzionale del settore della pericolosità idraulica ed idrogeologica del Piano generale di bacino previsto dalla
L. 183/89 e dalla L.R. 13/99.

L’ambito di applicazione del PAI è relativo ai bacini idrografici regionali elencati e cartografati nell’Allegato B della L.R. 13/99. In tali bacini ricadono anche territori della Regione Umbria e pertanto per l’applicazione del PAI in tali aree dovrà essere seguita la procedura prevista dall’art. 20 della Legge 183/89.
E' esclusa la parte del territorio regionale ricadente all'interno dei bacini idrografici di competenza delle Autorità di Bacino Nazionale del F. Tevere, Interregionale del F. Tronto e Interregionale dei Fiumi Marecchia e Conca.

Il progetto di piano è stato approvato con Delibera del Comitato Istituzionale n. 13 del 30/04/2001.

Il PAI è stato adottato, in prima adozione, con Delibera n. 15 del 28 giugno 2001. A seguito delle osservazioni alla prima adozione del piano e alle loro istruttorie, il Comitato Istituzionale dell'Autorità di Bacino ha adottato definitivamente il PAI, con Delibera n. 42 del 7 maggio 2003 (seconda e definitiva adozione).

La Giunta Regionale con DGR n. 872 del 17/06/2003 ha trasmesso il Piano al Consiglio Regionale e con DGR n. 873 del 17/06/2003 ha approvato le "Misure di Salvaguardia", decorrenti dalla data di pubblicazione sul BURM (12 settembre 2003 - BUR n. 83) e vigenti fino all'entrata in vigore del Piano.

Il Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) dei bacini di rilievo regionale è stato approvato con Deliberazione di Consiglio Regionale n. 116 del 21/01/2004 pubblicata sul supplemento n. 5 al BUR n. 15 del 13/02/2004 [39.077 kb] .

Successivamente all'approvazione del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) dei bacini di rilievo regionale sono stati approvati degli atti che modificano parte degli elaborati allegati al PAI di cui alla Deliberazione di Consiglio Regionale n. 116 del 21/01/2004. L'elenco degli atti di modifica è disponibile nella sezione AGGIORNAMENTO.